LA CELLULITE

 

Cos’è? Quali sono le cause?  Come rimediare?

La cellulite è un’alterazione del tessuto sottocutaneo, nello specifico del PANNICOLO ADIPOSO; non a caso infatti questo inestetismo viene chiamato più tecnicamente  “Panniculopatia Edemato Fibro Sclerotica” (PEFS) .

Si tratta di un Lipoedema cioè un accumulo di grasso localizzato ( prettamente nelle gambe) ed è un disturbo che colpisce perlopiù il sesso femminile.  Questo accumulo comprime i vasi linfatici e rende difficile il percorso della linfa; oltre a ciò avviene un aumento della fragilità capillare, l’edema si espande e il tessuto esteticamente inizia a cambiare , presentandosi con il consueto aspetto a buccia di arancia.

CAUSE

Non si sa con precisione quali siano le cause ma si sono studiati vari fattori che potrebbero scatenarla o sicuramente aggravarla :

  • Predisposizione genetica
  • Disturbi ormonali
  • Assunzione di Contraccettivi orali
  • Alimentazione scorretta
  • Vita sedentaria

Dunque, alla base del problema c’è uno scompenso ormonale che determina il ristagno di liquidi e prodotti di scarto rendendo più faticosa la circolazione; Un aumento dell’inestetismo può essere causato anche da irregolarità del ciclo mestruale, in quanto esso rappresenta uno dei canali attraverso i quali la donna si drena ed elimina le tossine che potrebbero intaccare i tessuti. Disordini alimentari, abuso di sale, grassi, alcool, caffè, ereditarietà, sovrappeso, vizi posturali, farmaci, ormoni, gravidanza, fumo, vestiti costrittivi e sedentarietà rappresentano le cause e concause della cellulite!

NE CONSEGUONO:

 

  • Presenza di micro o macronoduli, percepibili palpando la pelle
  • Cute fredda
  • Possibile presenza di smagliature, capillari e lividi
  • Cute ipotonica
  • Dolore alla palpazione
  • Pesantezza e stanchezza degli arti

 

Per quanto riguarda GLI STADI occorre sapere che :

  • In un primo momento si ha una alterazione microcircolatoria e linfatica per la quale si avverte una pesantezza agli arti inferiori;
  • Si ha un progressivo accumulo di scorie metaboliche che fanno fatica ad essere eliminate. Pertanto la cute inizia ad avere il classico aspetto a “buccia d’arancia”;
  • Inizia a presentarsi la fibrosi del tessuto e capillari in sporgenza. Palpando il tessuto si avvertono piccoli noduli e la cute può essere fredda e dolente;
  • La fibrosi dei tessuti è avanzata e la palpazione della cute suscita molto dolore e gli arti inferiori presentano segni di insufficienza vascolare;
  • La fibrosi diventa sclerosi ovvero un indurimento dei tessuti dovuto a una forte infiammazione: in questo caso la guarigione è praticamente impossibile che avvenga.

COME PORVI RIMEDIO?

Il primo cambiamento da effettuare a mio modestissimo parere è il PENSIERO; se non cambia il nostro modo di pensare e di reagire alle situazioni non risolveremo nessun problema e non apporteremo modifiche importanti e positive alla nostra vita.

Iniziamo a mangiare bene e sano, facciamo delle belle passeggiate all’aria aperta, beviamo tanta acqua e facciamoci seguire da professionisti del settore che avranno i giusti rimedi per noi!

Inoltre possiamo farci degli automassaggi sulle zone interessate, fare scrub e bendaggi drenanti .

N.B Ad oggi le tecnologie estetiche hanno raggiunto delle vette molto importanti in cui io credo fermamente, ma credo anche che se non c’è la costanza e la perseveranza dei propri obiettivi non si arriva al risultato auspicato o comunque si ritorna punto e a capo.

Spero questo articolo vi sia stato utile e vi abbia infuso positività e voglia di guarire perlopiù dalle cattive abitudini!

Buon SempreSole a tutti !

CDM